Le FER attualmente rappresentano, in Italia e nel mondo, un settore in straordinaria espansione. Il loro esercizio e la loro valorizzazione pongono però nuovi e complessi problemi da affrontare con sofisticati analytics.

Il contesto e le necessità di business

In Italia, come in molte parti del mondo, il settore delle energie rinnovabili è quello che ha registrato il maggior tasso di crescita nel settore dell’energia elettrica. Gli obiettivi di riduzione delle emissioni sono ben noti, come anche una più generale prospettiva ecosostenibile per la produzione di energia. Il recente incidente giapponese dell’impianto nucleare di Fukushima ha spinto verso ulteriori riflessioni. Le FER sono però un complesso sistema il cui esercizio e valorizzazione pone complessità nuove di previsione in primis ma anche di una lunga catena di ottimizzazione e simulazione.

Essere in grado di prevedere la producibilità da fonte rinnovabile aumenta notevolmente il valore del proprio parco di produzione

Il primo, e forse più ovvio, esempio è relativo alla previsione della producibilità di parchi eolici, idroelettrici, fotovoltaici. Sviluppare modelli matematici in grado di prevedere con sempre migliore approssimazione la producibilità da queste fonti aumenta notevolmente il loro valore. Passare dal paradigma di fonti “non programmabili” al paradigma di fonti “non perfettamente programmabili” è un obiettivo possibile. Per realizzare questo “paradigm shitf” però sono necessari sistemi di acquisizione dati sempre più affidabili e soprattutto modelli di previsione sempre più sofisticati.

La non programmabilità inalienabile delle FER può poi essere oggetto di ulteriori idee quali quelle di accoppiare parchi di produzione e di pompaggio adeguatamente eserciti.

Nel contesto delle FER si conferma valido il paradigma di portafoglio al pari dei settori elettrico e gas, nonché di ottimizzazione della manutenzione preventiva Anche la catena del valore di un settore vitale come l’acqua è fonte di numerose problematiche quantitative. L’esercizio dei sistemi per la distribuzione dell’acqua è un processo con elevati costi energetici in gioco e particolarmente complesso.

Da un lato infatti ci sono i costi di estrazione e pompaggio e la non linearità delle equazioni che governano l’idraulica del sistema, dall’altro il consumo di acqua è soggetto ad andamenti ciclici sia giornalieri che stagionali e ad una sensibile fonte di incertezza. Inoltre tematiche come la sicurezza rispetto ad agenti contaminanti sono di capitale importanza.

La previsione della producibilità di una fonte rinnovabile, l’ottimizzazione di un portafoglio e della manutenzione preventiva solo esempi di necessità di business. In QuanTek siamo in grado di occuparci dei molteplici aspetti dell’intera catena del valore del settore rinnovabili e di quello dell’acqua e siamo pronti a studiare la specifica necessità del tuo business.

Competenze e possibili attività di QuanTek

Nel settore delle FER e acqua alcuni esempi di possibili attività sono:

  • Modelli di previsioni della producibilità da fonte eolica, idroelettrica o fotovoltaico.
  • Ottimizzazione portafoglio e risk management considerando la aleatorietà della produzione da fonte alternativa.
  • Ottimizzazione dei costi di pompaggio per i sistemi di distribuzione dell’acqua.
  • Gestione opportunistica delle fermate per manutenzione preventiva.
  • Schedulazione ottima degli impianti combinati FER e pompaggio.
  • Modelli di simulazione per scenari di medio lungo periodo.